Gurupurnima International all’ashram Hairakhandi Love

» Notizie dagli ashram italiani

di Anuli/Aliana

Questo ashram è nato negli anni ’90 quando il mio compagno ed io, cercando un casolare in Umbria per fare un centro dedicato a Babaji, abbiamo trovato Villa Rosa, un rudere in mezzo ad un cerchio di montagne. Subito estasiati  dal posto, abbiamo deciso di comprarlo e Baba ci ha dato il Suo blessing apparendo ad Evan sul tetto della casa in meditazione.   Così è iniziata questa avventura per noi e i nostri tre figli, piena di gioia, energia e soprattutto una grande fede.


Volevamo un posto dove gli insegnamenti del nostro Maestro potessero divenire reali pur con tutti  i limiti e le fragilità umane, non solo nella mistica dei rituali e nel karma yoga, ma anche nell’espressione dell’amore e dell’ accoglienza dell’ultimo arrivato, come Baba aveva sempre manifestato.  Infatti riusciva sempre a stupirci creando situazioni di armonia suprema anche con persone completamente diverse tra loro; abbiamo ospitato  tossicodipendenti, massimo due per volta,  che per anni erano  caduti nel baratro e grazie all’amore della Madre Divina hanno trovato  la via del distacco e nessuno è mai tornato indietro.
L’unità in tutte le espressioni è sicuramente un aspetto che  da sempre si percepisce nell’ashram.  Questo continuo superare i limiti della mente che spesso giudica e quindi divide  “una creazione dove il lupo e l’agnello bevono alla stessa fonte”:  ecco la sfida che tutti siamo chiamati ad affrontare , più che mai in un ashram di Babaji, Nel ’95 Anandu Singh torna dall’India con la murti di  Shri Hairakhandeswari (bellissima, iniziata ad Haidakhan da Muniraji  e poi nel Rajastan da Shastrij) e con il nome spirituale per il centro Hairakhandi Love  specificando “healing center”, che diventerà ashram nel 1996 dopo la venuta e l’iniziazione di Muniraji.  
Il nome esprime totalmente le caratteristiche di questo posto; infatti, insieme alle pratiche giornaliere, l’attenzione è posta  sulla guarigione delle persone, prendendosi cura dei vari aspetti disarmonici a livello emozionale, mentale, fisico.   Ogni ashram manifesta l’Energia di Babaji in maniera unica e particolare, essendo  un Maestro che incarna totalmente il Divino ha mille e mille forme, quindi ognuno lo rappresenta secondo la sua natura e questo ashram ha la particolarità della cura e guarigione dell’essere umano sotto la benedizione e protezione della Sua Energia.
Negli anni la partecipazione delle persone è cresciuta portando amore e aiuto pratico al posto e creando relazioni forti nel nome di Babaji.    La famiglia quindi si è allargata sempre di piu’ ed ognuno ha trovato il suo rapporto con il Maestro attraverso la vita dell’ashram fatta di rituali quotidiani, karma yoga, le cerimonia al dhuni  (potente attivatore della meditazione) e ancora i bagni al fiume, le risate, gli abbracci e a volte le lacrime di commozione e gratitudine. La cornice di tutto questo sono le montagne dell’Appennino, portatrici di pace e silenzio, dove è facile collegarsi con la Madre vestita di alberi e fiori e del suono del vento e degli uccelli.
Nel 1996 Shri Muniraji fu molto sorpreso dalla bellezza del luogo che ricordava in miniatura la bellezza del Kumaon e ci colmò di gioia quando nel discorso serale al tempio fece pronunciare da Alok Banereeji  un discorso in cui  disse:  “Questo ashram è Hairakhandi Love di nome e di fatto”, lasciandoci commossi e rassicurandoci che la via da noi percorsa fosse quella giusta.
Ora una grande occasione per unire tutti i devoti e rigenerare l’entusiasmo del movimento è certamente Gurupurnima Internazionale, che questo anno si svolgerà in Italia.    In genere l’ashram per eccellenza dove avviene questa manifestazione è Cisternino, purtroppo in questo momento ci sono problemi tecnici urbanistici che ne impediscono lo svolgimento.  Quindi con H.S.I.  si è deciso di farlo qui in Umbria nel cuore verde, terra di Santi come San Francesco e Santa Chiara patroni d’Italia.
Per noi è un impegno grande organizzare questo evento, ma cerchiamo di essere al servizio di una Energia Superiore che ci guida e siamo certi ci aiuterà a svolgere al meglio il compito. Questa decisione è stata accolta e condivisa da tutto il gruppo dell’ashram con entusiasmo e partecipazione e tutti si sono messi a disposizione per aiutare praticamente l’avvenimento.
Siete tutti invitati a venire a  festeggiare Gurupurnima International  in Umbria, che per la sua collocazione geografica al centro dell’Italia fa  pensare all’unione degli opposti  nord-sud,  mente e cuore,  per sostenere e realizzare il Sogno Divino.
OM NAMAHA SHIVAYA

Anuli (Aliana)