Ricerca

Chi è online

Abbiamo 10 visitatori e nessun utente online

Contatore

Visite agli articoli
243699

... di Titti

Giocando con Dio (pp. 154-155) di Maria Letizia Bencini

 

Arrivai al buio, i vestiti bagnati, il cuore che batteva forte nel silenzio. Capii che ero nei pressi dell'ashram quando scorsi in alto delle luci. La notte era senza luna e tutto era ormai nero. All'improvviso un flash, una potente torcia volse il suo fascio di luce verso di me e si fermò illuminando una figura imponente: Babaji. Era seduto su un sasso a quattro o cinque metri di distanza nella direzione verso cui stavo ancora correndo, mi bloccai istantaneamente Si voltò verso di me, mi guardò un attimo e poi mi urlò: "What you want?"

Mi avvicinai di un passo e risposi sommessamente: "I'm here for you" Dissi il mio nome e cognome. Mi domandò da dove venivo. Pensai: "Perchè mi fai tutte queste domande, sai meglio di me chi sono." Si calmò improvvisamente e con voce dolce: "Now you take bath, after go arati." Obbedii con gioia. Il mio unico desiderio lungo tutto il viaggio era stato di prendere il darshan della Ganga dopo quello di Babaji.